Se pensi di aver diritto ad un risarcimento per danni da umidità hai bisogno di una perizia.

In questo articolo vedrai cos’è la perizia, come funziona e chi è il perito. Scoprirai inoltre le analisi scientifiche (incontestabili) che aumentano le possibilità di vincere la causa (qualora avessi ragione)

Iniziamo!

Perizia per danni da muffa e umidità: che cos’è?

La perizia per danni da muffa e umidità è una relazione scritta, redatta da professionisti. Contiene una dettagliata descrizione dei danni, con la causa del problema e la relativa soluzione.

Tale documento è indispensabile nelle controversie tra proprietario e costruttore – o conduttore e proprietario – perché il giudice del tribunale emette una sentenza basata (in parte) sulle informazioni della perizia.

Chi è il perito?

In ambito edilizio, il perito è un libero professionista (geometra, architetto o ingegnere) con pluriennale esperienza nel settore di attività, iscritto all’albo degli esperti.

La scelta del perito spetta a chi chiede il risarcimento, ovvero il proprietario o il conduttore dell’immobile.

Come si svolge un perizia: situazione ideale VS realtà

Trovare un perito non è difficile, ma la tua battaglia legale rischia di fallire prima di iniziare. 

Il motivo è presto detto: la maggioranza dei periti non conosce davvero la materia umidità, né il sistema corretto per analizzare il problema

Potresti contattare un bravo geometra/architetto/ingegnere, privo di esperienza con cause legali per danni di umidità e muffa. Rischi di pagare una perizia basata su dati incompleti e/o errati.

Come capire se il perito è quello giusto?

Semplice: chiedigli come svolgerà la perizia. 

Devi sapere che per redigere una perizia ha due possibilità: una corretta e l’altra scorretta. Nel breve video a seguire ti racconto qual è la differenza tra le casistiche.

Facciamo il punto della situazione. 

3 Requisiti di una perizia accurata e completa

Una perizia a regola d’arte rispetta tre parametri:

  • contiene analisi strumentali (quelle visive non bastano)
  • contiene dati scientifici (incontestabili)
  • non si basa su sopralluoghi e consigli di venditori di prodotti anti-umidità

Puoi ottenere i dati scientifici grazie alle analisi strumentali del nostro sistema Casa Asciutta, che raccontiamo nel video a seguire:

Attenzione: non confondere la perizia con l’analisi Casa Asciutta! Sono 2 cose diverse

Archimede Group non fa perizie.

La nostra azienda esegue le analisi strumentali su incarico del cliente, ovvero il proprietario di casa o il perito (gli forniamo le analisi e i dati scientifici per redigere la perizia).

Abbiamo già lavorato coi periti e il sistema Casa Asciutta ha aiutato i clienti a vincere le cause legali contro i costruttori.

Cause legali e problemi di umidità: l’indagine ASSIMP Italia

ASSIMP Italia ha condotto un’indagine su circa 200 contenziosi giudiziari per difetti costruttivi, presso i tribunali delle province di Livorno, Lucca e Pisa.

I risultati dello studio si riferiscono a 138 casi andati a sentenza e l’esito fa riflettere.

Il 50,8% delle cause legali per difetti costruttivi riguardano problemi di infiltrazioni, mentre il 7% è legato a condense.

Altri difetti citati nello studio e relativo peso (%) nelle cause:

  • cedimenti strutturali: 9,1%
  • crollo: 3,5%
  • distacco rivestimento: 8%
  • fessurazioni/lesioni: 19,8%
  • isolamento acustico: 0,5%
  • isolamento termico: 1,2%

In sostanza, secondo l’indagine ASSIMP Italia, umidità e muffe rappresentano la principale ragione dei contenziosi giudiziari per difetti costruttivi (incidenza totale: 57,8%).

Molti privati fanno causa a seguito di inutili interventi che dovevano risolvere il problema. Dopo 2-3 fallimenti si perde la fiducia, quindi l’azione legale diventa inevitabile.

L’alternativa al contenzioso – l’unica alternativa possibile – è individuare subito la VERA causa di umidità/muffa, grazie ad analisi strumentali scientifiche, certificate e garantite.

Se hai ancora domande, scrivi un commento e visita la pagina FAQ di Archimede Group. Troverai le risposte alle domande più frequenti sul lavoro della nostra azienda.

A presto
Stefano Pigatto – Archimede Group