Umidità in casa: cause, rimedi, prevenzione [Guida definitiva]

Pigatto Stefano news 0 Commenti
umidità-in-casa

Questa guida sull’umidità in casa è la più completa del web.

Nelle prossime righe risponderò a tutte le domande che già ti ronzano in testa, e alle quali cerchi risposte.

Parleremo di cause, ma anche di prevenzione

Scoprirai le percentuali ideali di umidità (nei vari ambienti) e l‘indispensabile strumento per misurarle in pochi minuti.

Non è tutto.

Rivelerò i rimedi farlocchi, ma anche quelli concreti.

Come se non bastasse, ti farò un regalo.

Sei pronto/a?

Mettiti comodo, continua a leggere e prendi nota!

Perché hai umidità in casa? [2 cose che troppi consulenti NON dicono] 

umidità-in-casa-cause

Facciamo chiarezza: le cause dell’umidità sono 9 (nove).

Nello specifico:

◼︎ umidità di risalita;
◼︎ umidità igroscopica da sali;
◼︎ umidità da condensazione superficiale oppure interstiziale;
◼︎ infiltrazione laterale INTERRATA dell’umidità:
◼︎ infiltrazione laterale FUORI TERRA;
◼︎ umidità con pressione da pendio/falde;
◼︎ umidità da fattori elettro chimici-fisici;
◼︎ umidità residua (da lavori edili);
◼︎ umidità da rotture idrauliche;

Tanta roba, vero?

Per trovare l’origine del tuo problema, devi sapere cosa accade nella parete.

Ti serviranno accurate analisi strumentali delle murature, con studio dei dati in laboratorio.

È più impegnativo di quanto fanno credere alcuni “consulenti”, e nessun sopralluogo visivo può rivelarti la causa dell’umidità.

Cosa fare?

Un passo alla volta…

Qual è l’umidità ideale in casa?

umidità-in-casa-ideale

L’umidità ideale minima domestica – nella stagione invernale – non dovrebbe scendere sotto il 40/45%, quella massima non dovrebbe superare il 50/55%.

Riscontri una percentuale diversa?

Attenzione! ⚠️

Con percentuale bassa (sotto il 40%) avrai un clima interno troppo secco.

Con percentuale alta (oltre il 60%, per lunghi periodi) rischi condense e muffe.

Due situazioni da scongiurare, perché nocive per la salute.

Come misurare correttamente l’umidità in casa? 

Ora conosci i valori ideali, e devi misurare il tasso di umidità degli ambienti.

umidità-ideale-in-casa-inverno

Utilizza l’igrometro.

Questo dispositivo rileva l’umidità relativa dell’aria, espressa in percentuale.

Regole di utilizzo per la corretta misurazione:

◼︎ non inserirlo dentro mobili/pensili;
◼︎ non posizionarlo negli angoli;
◼︎ tienilo lontano da fonti di calore/porte e finestre che apri spesso;

Appoggialo sul tavolo (ad altezza di 1-1,5 metri circa) e attendi un paio di minuti.

Fatto? Ok, ora leggi i valori.  ?

Come analizzare le percentuali misurate con l’igrometro?

La percentuale rilevata dall’igrometro è il valore di riferimento.

Confronta questo valore con i tassi di umidità ideale già visti.

Attenzione! ⚠️

Le percentuali vanno anche comparate a:

◼︎ il piano abitativo;
◼︎ la stagione ambientale;

Piani fuori terra – stagione estiva

In questo caso i dati dell’igrometro NON sono importanti.

Nella stagione estiva, il clima interno è influenzato dal clima esterno.

Mancano le condizioni per condensa e muffa, quindi non devi fare nulla.

Piani fuori terra – stagione invernale

In inverno il discorso cambia.

Se la percentuale dell’igrometro supera il 60% (per lunghi periodi), rischi muffa sulle pareti e danni alla salute.

Attenzione! ⚠️

Il clima esterno (invernale) aiuta a mantenere bassa l’umidità interna, a patto che i locali siano arieggiati correttamente.

Piano interrato – stagione estiva

Con percentuali di umidità inferiori al 65% è tutto ok.

Se i valori superano il 65% (per lunghi periodi), rischi muffe negli arredi e condense a pavimento.

In questo caso dovrai capire se l’umidità proviene dai muri o solo dall’aria esterna.

Come farlo?

Con l’analisi climatica (in estate) e l’analisi delle murature (più avanti vedrai di che si tratta).

Il deumidificatore è necessario, perché elimina l’umidità proveniente dall’aria esterna.

Piano interrato – stagione invernale

In inverno l’interrato è più asciutto, rispetto all’estate, quindi dovresti rilevare valori ben inferiori al 65%.

Hai percentuali superiori?

Probabilmente c’è umidità proveniente dalle murature.

Serve l’analisi climatica e l’analisi delle murature.

Tutto chiaro? (per domande utilizza lo spazio commenti)

Come mantenere l’umidità ideale in casa?

umidità-in-casa-rimedi

Le misurazioni hanno una finalità.

I valori ottenuti con l’igrometro (confrontati con stagione/livello della casa) riportano la qualità dell’aria negli ambienti domestici.

L’obbiettivo è capire quando è il momento di arieggiare casa.

Facciamo un esempio: appartamento al primo piano di un condominio.

Stagione invernale,  7 del mattino.

Ti sei appena svegliato/a e inizi la quotidiana routine.

Dai uno sguardo all’igrometro e noti che l’umidità sullo schermo è del 65%.

Troppo alta (ricordi quanto detto nel paragrafo precedente?).

Che fare?

Apri le finestre!

Fatti aiutare dall’aria esterna invernale.

L’aria esterna (più secca) entra in casa, e abbassa l’umidità interna.

Quando raggiungi l’umidità ideale interna, chiudi le finestre.

In genere bastano pochi minuti.

Puoi ripetere il procedimento in qualsiasi momento della giornata.

Tradotto: previeni le muffe.

Ti basta un igrometro (circa 20 € di investimento, per un prodotto accettabile) e le corrette informazioni su come arieggiare casa.

Dove trovi le informazioni?

Tutto quello che devi sapere sull’areazione dei locali – domestici e lavorativi – è contenuto nella mia guida Salvacasa.

Nella guida racconto – step by step – come mantenere l’umidità ideale in casa (evitando la formazione di muffe).

Oltre 42.000 persone l’hanno già scaricata gratuitamente! (dal 2016)

È il mio regalo (promesso all’inizio della guida).

Clicca sul banner ed inserisci la tua mail, riceverai la guida nella casella di posta.

arieggiare-casa-2

Un SERIO Motivo per rispettare l’umidità ideale in casa

L’areazione degli ambienti è vitale.

Al di là del danno estetico dovuto alla condensa (muffe nere su pareti, armadi…), l’aria malsana provoca gravi danni alla tua salute.

umidità-in-casa-salute

Soprattutto in bambini e neonati, con un sistema respiratorio in sviluppo ed espansione.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità pubblica ogni anno allarmanti rapporti, riguardo a milioni di decessi causati da inquinamento indoor.

Ecco alcuni effetti dell’umidità sulla salute:

Aumento fragilità vascolare, emorragia nei tessuti corporei o dal polmone, diarrea, vomito, emorragia intestinale, necrosi, fibrosi, sanguinamento dai polmoni, asma, tremori, depressione, mal di testa…

Anche il Ministero della Salute Italiano, nel 2015, si è espresso in merito all’argomento:

“Per quanto riguarda la salute dei bambini, i risultati complessivi di studi trasversali su bambini di 6-12 anni hanno confermato la relazione positiva tra muffa visibile (riportata dai conviventi) e la tossa notturna/diurna dei bambini e, nelle famiglie più affollate, la relazione con asma e sensibilizzazione ad allergeni inalanti”.

Ti ho trasmesso l’importanza di arieggiare correttamente la tua casa?

Deumidificatori portatili e rimedi della nonna sconfiggono l’umidità in casa?

umidità-in-casa-rimedi-della-nonna

Ammettiamolo. ??‍♂️

Sarebbe bello risolvere tutti i problemi di umidità con una spesa di circa 200 euro (prezzo medio di un deumidificatore portatile).

Tuttavia è impossibile.

A che serve il deumidificatore?

Innanzitutto riduce i tempi di asciugature del bucato, poiché assorbe l’umidità in eccesso prodotta dai vestiti bagnati.

Seconda funzione è eliminare l’umidità in eccesso, prodotta da cause diverse (sovraffollamento locali, piccoli allagamenti, eccesso di piante ornamentali…).

Terza funzione è eliminare l’umidità in eccesso proveniente da murature, almeno finché il problema non è risolto.

Infine, elimina l’umidità in eccesso dovuta a interventi edili, nella stagione invernale (esempi: nuove tinteggiature, nuovi intonaci).

È un palliativo, da utilizzare mentre cerchi la vera soluzione.

E che dire dei rimedi della nonna?

Sale grosso, aceto, candeggina, bicarbonato, tea tree oil e altri bizzarri stratagemmi sono tanto inutili quanto ridicoli.

Dovrebbero saperlo anche i blogger che ne esaltano gli straordinari poteri, e si “dimenticano” di pubblicare uno straccio di prova.

Occhio: quando leggi un articolo sull’umidità in casa, chiediti a che titolo l’autore/redazione scrive dell’argomento.

VMC: soluzione alla muffa o ennesima trovata commerciale?

La ventilazione meccanica controllata (VMC) è l’impianto che promette di eliminare muffe e condense.

Come funziona?

Osserva l’immagine qui sotto (sezione di una parete in muratura con VMC):

umidità-ideale-in-casa-muffa

In inverno, l’impianto aspira l’aria viziata della casa e la scambia con aria esterna (più secca di quella interna).

Grazie al continuo ricambio d’aria, la VMC regola il livello di umidità degli ambienti, e in alcuni casi impedisce la formazione di muffe.

Ottima notizia!

La cattiva notizia è che non risolve tutti i problemi di muffa. 

In alcune situazioni è addirittura dannosa.

Prima di acquistare ed installare l’impianto, devi individuare la causa dell’umidità in casa.

Se non lo fai, investirai migliaia di euro in macchinari inefficaci o deleteri.

Umidità in casa: come sconfiggerla quando l’areazione dei locali non basta?

Quando muffe e umidità persistono, nonostante la corretta areazione, il problema è grave.

Qui interviene Archimede Group, con il sistema Casa Asciutta™.

Casa Asciutta™ è il sistema che individua la causa di muffe e umidità, grazie a scientifiche analisi strumentali delle murature.

Dopo le analisi ti consegneremo un piano di risanamento (in formato cartaceo e su file).

Piano di risanamento che conterrà:

◼︎ risultati delle analisi (con causa del problema);
◼︎ intervento necessario per eliminare muffa/umidità;

contatta-archimede

Cosa dovresti fare?

Innanzitutto, non sottovalutare il tuo problema.

Scarica la nostra guida gratuita sull’areazione, e controlla i valori di umidità in casa utilizzando l’igrometro.

Se il problema persiste contatta Archimede Group, e richiedi un preventivo per l’analisi con il sistema Casa Asciutta™.

Ricorda: muffa e umidità danneggiano gravemente la salute di tutta la famiglia!

Hai domande/dubbi?

Scrivi un commento qui sotto, risponderò il prima possibile.

A presto!
Stefano Pigatto – Archimede Group

Umidità in casa: cause, rimedi, prevenzione [Guida definitiva] ultima modifica: 2019-05-19T12:31:17+00:00 da Pigatto Stefano

0 Commenti