L’intonaco deumidificante NON asciuga il muro (amara verità 🍋)

Pigatto Stefano news 0 Commenti
intonaco-umidità

L’intonaco deumidificante non asciuga le pareti.

Ti hanno detto il contrario?

Si sbagliano.

L’intonaco antiumido è spesso spacciato come definitiva soluzione all’umidità di risalita…ma è una baggianata.

Una baggianata costosa: 9 risanamenti su 10 falliscono, nonostante l’intonaco deumidificante.

I proprietari bruciano denaro e si tengono il problema.

Anziché pagare il consulente di turno, avrebbero fatto meglio a leggere questa guida.

Sei pronto a conoscere l’amara verità sull’intonaco deumidificante?

Muri sfarinati e intonaci a pezzi: chi è il colpevole?

Il sale. ⚠️

intonaco-deumidificante-funziona

In edilizia lo chiamiamo “salnitro” (efflorescenze saline, barbetta bianca, muffa bianca dei muri), ed è lui a causare lo sbriciolamento dell’intonaco.

Sei stupito?

Ti capisco.

Si parla molto di umidità, e pochissimo di sali minerali.

Da dove arriva il sale minerale delle tue murature?

I sali minerali delle pareti hanno 3 tipi di origini.

#1: Terreno umido sottostante

L’acqua che risale le murature (umidità di risalita) non è demineralizzata né distillata, e contiene gli stessi sali disciolti nel terreno.

#2: Materiali da costruzione

I materiali edili (mattoni, cemento…) contengono piccole quantità di sali minerali, perché le materie prime provengono dal sottotosuolo o da materiali riciclati.

Piccole ed innocue quantità, pericolose in presenza di infiltrazioni o prolungate condense interstiziali.

#3: Perdite fognarie o da condotte di scarico

Le deiezioni degli esseri viventi contengono alte concentrazioni di sali minerali.

In caso di sversamenti o rotture delle condotte, i sali si annideranno nei materiali da costruzione e nel sottosuolo (pronti a “colpire”).

Purtroppo, il tuo consulente tralascerà l’argomento “salnitro” (vero responsabile dei muri rovinati).

Come faccio a saperlo?

Guardo le statistiche. 🤷🏻‍♂️

9 Risanamenti su 10 falliscono (nonostante l’intonaco deumidificante)

Il 90% dei risanamenti fallisce.

intonaco-deumidificante-opinioni

Un fallimento annunciato, perché il “consulente” vende un intonaco antiumido e “dimentica” le analisi approfondite.

Consulenti?

No, rappresentanti. 🤬

I più diligenti utilizzano un igrometro a contatto, che tuttavia non misura l’umidità nei muri.

APPROFONISCI: Come misuri l’umidità nei muri?

Dopo gli errati rilievi, ti consiglierà l’intonaco adatto alla tua umidità.

Pura follia.

L’intonaco deumidificante non è il rimedio universale tanto reclamizzato.

Fammi spiegare…

2 Balle sull’intonaco deumidificante (vendute a peso d’oro)

Lascia perdere slogan e promesse dei produttori (solo per un attimo).

intonaco-per-umidità

Sull’intonaco antiumido esistono almeno 2 balle.

Balla #1: Asciuga il muro

Nessun intonaco asciuga in profondità una parete, né tantomeno la “secca” o “disidrata”.

Sai qual è il bello?

La parete nuda ha una certa capacità di evaporazione/deumidificazione.

Quando applichiamo l’intonaco (anche il più traspirante in commercio), la parete perde parte dell’iniziale capacità di evaporazione.

Balla #2: È la soluzione all’umidità di risalita

No. ❌

Alcuni intonaci possono convivere con basse percentuali di umidità e sali, per tempi imprevedibili.

Eliminare l’umidità di risalita significa limitare l’assorbimento di umidità – dal sottosuolo o dai marciapiedi – da parte della muratura.

Chi sostiene la balla n° 2 confonde la soluzione con il sedativo.

Vuoi un altro parere?

Sentiamo la verità di qualcuno molto interessato all’argomento…

Cosa dicono i produttori degli intonaci deumidificanti?

Basta leggere alcune schede tecniche dei prodotti.

Nella prima parte ti “esaltano”, promettendoti muri asciutti e immacolati.

Verso la fine c’è un piccolo dietrofront, in cui l’azienda si tutela.

Ecco un esempio:

scheda-tecnica-intonaco-risanante

oppure:
scheda-tecnica-intonaco-risanante-1
Una simile dichiarazione è quantomeno curiosa. 🤔

Negli slogan, l’azienda afferma che il prodotto risolve qualsiasi tipo di umidità.

Se è sempre efficace perché dovresti verificarne l’idoneità al tuo problema?

Senti anche tu questa puzza di contraddizione? 😉

E soprattutto…

Perché vogliono venderti un intonaco deumidificante?

intonaco-antiumido

So che stai pensando.

“Se il prodotto non è efficace, perché lo propongono e vogliono vendermelo?”

Per 3 motivi, amico/a.

Motivo #1: Cattiva formazione o Ignoranza

Molti onesti tecnici (geometri, architetti, artigiani…) ricevono cattiva formazione.

Le aziende produttrici organizzano televendite, mascherate da corsi di formazione (obbligatori).

L’unico argomento  è spesso il prodotto, raramente le cause dell’umidità.

Altri tecnici sono ignoranti.

Non si informano e non leggono…semplicemente se ne infischiano.

Motivo #2: Business

Soldi, denaro, quattrini, pecunia…

Chi vende l’intonaco deumidificante, proverà SEMPRE a piazzare il prodotto.

Motivo #3: Cultura del prodotto

In Italia, nel mio settore, domina la “cultura del prodotto” (Problemi di umidità? Acquista il prodotto x,y,z…).

In altre nazioni Europee domina la cultura della prevenzione (Problemi di umidità? Trova la causa).

Ecco il punto.

Come individuare la causa dell’umidità grazie ad un sistema scientifico

Sei arrivato sin qui?

Ok, posso dirtelo.

L’intonaco deumidificante NON esiste.

Il termine “deumidificante” vende bene, ma è errato.

Per motivi estetici dovrai applicare un intonaco, ma è opportuno definirlo prodotto “ristrutturante/da restauro” o “risanante”.

Come scegliere l’intonaco giusto?

L’intonaco va scelto in base ai sali minerali della muratura, e all’umidità residua.

intonaci-deumidificanti

Ti serve un intonaco che resiste e convive con i sali, di cui devi conoscere caratteristiche e tipologia.

Archimede Group ottiene questi importanti dati grazie a Casa Asciutta™, il sistema scientifico da noi creato (l’unico che permette di risanare realmente gli edifici).

Casa Asciutta™ è composto da 5 analisi.

Una di queste stabilisce la tipologia di sali, e rivela:

◼︎ causa dell’umidità;
◼︎ intervento necessario per eliminarla;

Tutte informazioni contenute nel piano di risanamento, che consegniamo al cliente (su file e in formato cartaceo).

APPROFONDISCI: Scopri il sistema Casa Asciutta™!

Come risanare correttamente una muratura umida?

Un risanamento efficace prevede 4 fasi.

#1: Trova la CAUSA del problema

intonaco-contro-umidità
Individua la radice dell’umidità.

Niente teorie: solo dati scientifici, ottenuti con Casa Asciutta™.

Ai dati segue il piano di risanamento.

#2: Scegli l’intonaco

Hai le analisi, scegli la tipologia di intonaco…ma applicalo solo dopo aver eliminato le cause dell’umidità!

Ricorda: l’intonaco è selezionato in base ai sali minerali delle murature! (le schede tecniche degli intonaci specificano compatibilità tra prodotto e sali minerali).

#3: Applica l’intonaco

Gli intonaci per risanamenti conservativi e restauri, prevedono il rispetto di alcune regole.

L’artigiano deve rispettare tempi di asciugatura, spessore massimo per ogni mano, tecniche di lavorazione e di applicazione (e altre note del produttore).

Buona norma tecnica è distanziare gli intonaci, da pavimento e massetto interno (bastano pochi cm).

#4: Controlla le percentuali di umidità

A distanza di alcuni mesi dall’intervento, è opportuno eseguire nuove misurazioni delle percentuali di umidità.

Percentuali da confrontare con quelle rilevate PRIMA dei lavori.

Obiettivo: verificare l’efficacia dell’intervento. ✅

5 Consigli per scegliere l’intonaco giusto [RISERVATO TECNICI EDILI]

Questo paragrafo si rivolge soprattutto ai tecnici.

Sei un privato?

Leggi comunque, nel tuo interesse!

intonaco-asciuga-muro

Per scegliere il giusto intonaco, devi conoscere concentrazione e tipologie di sali minerali nelle murature (vedi paragrafo precedente).

Inoltre:

#1: NIENTE intonaci “totali”

Stai alla larga da prodotti adatti “a tutti i tipi di muratura/tutti i tipi di umidità”.

Probabilmente è un intonaco ad alto potere coprente.

Resistentissimo a livello meccanico, intrappolerà l’umidità nei tuoi muri.

Rischio: aumento del problema di umidità. ❌

#2: NIENTE intonaci risananti a basso spessore

È un prodotto che ostruisce, il problema rimane e l’intonaco si disintegra nel giro di qualche anno.

#3: OCCHIO a prodotti traspiranti

Non farti ingannare dal termine “traspirante”.

In Italia, secondo la normativa vigente, può essere definitivo traspirante “qualsiasi materiale che non sia una vera e propria barriera all’aria”.

Il termine non rappresenta fedelmente ciò che i clienti intendono.

#4: NIENTE intonaci con cemento

Controproducenti. ❌

Chi l’ha utilizzato, ne paga ancora le conseguenze.

L’intonaco con cemento rimane bello a lungo, ma amplifica l’umidità di risalita (in altezza e in % di umidità).

#5: PRIMA le ANALISI!

Scegli l’intonaco risanante come unica soluzione di intervento solo se nelle murature hai:

◼︎ bassa quantità di umidità (rilevata con analisi ponderale non con igrometri a contatto!);
◼︎ concentrazione salina media-bassa e assenza di sali “nitrati”;

In queste condizioni, l’intonaco “risanante” è un rimedio abbastanza duraturo.

Con umidità elevata, esegui interventi edili (per diminuirla o eliminarla).

Hai domande? Scrivi un commento! 👍🏼

In conclusione

L’intonaco deumidificante non esiste, e non asciuga il muro.

L’unico modo per eliminare l’umidità è trovare la causa del problema, rimboccarsi le maniche, e intraprendere un piano di risanamento.

Piano di risanamento basato su dati scientifici e incontestabili.

Se desideri contattare Archimede Group per un preventivo, compila il modulo nella sezione “Contatti” (prima leggi le FAQ).

Nel frattempo, leggi attentamente la nostra guida “I 7 Segreti per risanare”.

DOWNLOAD GRATUITO: I 7 SEGRETI PER RISANARE

A presto
Stefano Pigatto – Archimede Group

L’intonaco deumidificante NON asciuga il muro (amara verità 🍋) ultima modifica: 2019-05-02T14:40:54+00:00 da Pigatto Stefano

0 Commenti