Soluzione umidità: Ecco come non sbagliare la scelta

La scelta di una soluzione all’umidità non è sempre semplice.

A volte si può avere la fortuna di trovarla al primo tentativo. Altre volte, sempre più spesso, invece capita di dover riprovarci dopo poco tempo aumentando di molto le spese. Se sei sfortunato, cioè  non trovi subito la soluzione giusta, potresti ritrovarti con problemi maggiori perché nel frattempo l’umidità è progredita.

 

Qui di seguito la storia dell’ Ing. Massimiliano Rizzi

Inizio testo originale:
Esperienza assolutamente positiva.
Ho contattato la ditta Archimede circa 4 anni fa per un problema di umidità dovuto a varie concause.

L’approccio di Pigatto era subito stato molto professionale.
Avevo però deciso di non spendere i soldi per Archimede, affidandomi alle garanzie che allora mi diede l’impresario edile che mi aveva garantito la risoluzione del problema.
Risoluzione che si è dimostrata effimera e solo temporanea: soldi spesi inutilmente perché l’impresario edile aveva scelto una magica malta “traspirante” senza aver però prima individuato e capito le cause dell’umidità.

Dopo 4 anni, dal primo contatto con Archimede, sono tornato da loro per disperazione. una volta firmato l’incarico, nel giro di 2 settimane sono venuti a casa ed hanno affrontato il problema in maniera assolutamente SCIENTIFICA.

Sono rimasto colpito dal metodo e dalla sistematicità dei prelievi dimostrati sul campo. Archimede ha portato in loco un laboratorio portatile per una investigazione approfondita del problema: termocamere, forni di essiccazione, bilance accurate, tester di rilevamento chimico di diversi sali minerali. Essendo io Ingegnere con forte esperienza di laboratorio, posso dire che Archimede ha indubbiamente una mentalità scientifica ed un metodo che in maniera univoca porta ad individuare le cause del problema di umidità.
Dopo 1 settimana dai prelievi in casa, ho ricevuto un anticipo della relazione via email. Dopo pochi giorni, Pigatto è venuto a casa a consegnarmi relazione definitiva e a spiegarmela.

L’individuazione delle cause dei problemi di umidità porta Archimede a potermi indirizzare alla soluzione del problema. Del metodo Archimede, onestamente apprezzo anche molto il fatto che non si occupino direttamente dei lavori di sistemazione, ma danno indicazioni molto accurate da seguire. Archimede è quindi un ente terzo, indipendente, che offre soluzioni tecniche generali.

A posteriori, sono pentito di aver incaricato Archimede solo quest’anno e non 4 anni fa. Mi sarei evitato di buttare soldi e tempo in lavori inutili e sopratutto mi sarei risparmiato 4 anni di lamentele quotidiane da parte della moglie.
Fine testo originale.

 

Una nostra analisi strumentale diagnostica di un’abitazione è l’unico modo per riconoscere la vera causa del problema. Dopo aver identificato l’origine del problema è molto più semplice scoprire la soluzione all’umidità più adeguata. I nostri progetti tecnici di risanamento sono documenti indispensabili sia per il privato che per il professionista edile. Sarà semplice avviare i lavori in modo responsabile. La identificazione dei materiali sono corredate da precisi disegni tecnici e istruzioni pratiche di realizzo dei lavori.

I criteri che utilizziamo per la scelta delle soluzioni all’umidità riportate nel progetto tecnico di risanamento si basano sulla nostra reale esperienza in 4.500 casi. Affidarsi esclusivamente ai dati tecnici forniti dai produttori dei materiali è molto pericoloso. Quando possibile, ci riferiamo a reali ricerche e test su prodotti effettuati da organismi nazionali e/o internazionali che ne abbiamo realmente testato l’efficacia senza alcun interesse commerciale degli stessi.

 

La testimonianza originale, come anche altre, è pubblicata nella scheda Google.
Clicca l’immagine qui sotto:

Altre esperienze di nostri clienti le trovi raccolte nella pagina “DICONO DI NOI”

e se sei un utente Facebook seguici nella nostra pagina Facebook 

Soluzione umidità: Ecco come non sbagliare la scelta ultima modifica: 2017-12-12T12:43:18+00:00 da Pigatto Stefano
Condividi suShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn